La casa del futuro fra efficienza energetica e design

casa green – La casa del futuro si sviluppa all’insegna dell’efficienza energetica ma non disdegna il design.

Il settore residenziale cresce in maniera intelligente, incidendo in maniera marginale sull’economia famigliare ma soprattutto sull’ambiente.

La casa si progetta avvalendosi di nuovi prodotti ecosostenibili e tecnologie che aiutano a limitare gli sprechi energetici.

Sfruttando sistemi innovativi, come quelli che rispondono agli automatismi della domotica,  l’ambiente domestico cresce in termini di comfort, benessere e sicurezza senza disdegnare affatto la riduzione dei costi a partire da quelli energetici.

Green e comfort dall’arredamento agli elettrodomestici

Una casa green risulta estremamente confortevole e gli ambienti si sviluppano attorno all’utilizzo di materiali sostenibili come il legno.

Dall’arredamento all’utilizzo degli elettrodomestici la progettazione punta su scelte oculate e tutta una serie di accorgimenti come ad esempio l’utilizzo di sistemi di riscaldamento sostenibili e lampadine a basso consumo.

Gli ambienti vengono isolati a dovere per evitare sprechi energetici, e le scelte in tema di arredamento e design considerano e l’utilizzo di pitture, carte da parati e adesivi murali ecologici.

In casa vengono collocate numerose piante per ridurre l’inquinamento elettromagnetico e diventa di rigore utilizzare materiali riciclati ed elettrodomestici a consumo energetico ridotto.

Una casa green per risparmiare sulle bollette

In fatto di risparmio una casa green consente di mettere a segno un taglio importante sul costo delle bollette.

Come si evince dallo “Studio sull’innovazione energetica negli edifici in Italia” realizzato dal Politecnico di Milano per Engie in occasione del V “Forum Engie” la casa green in 5 anni consente di ottenere un risparmio pari a 2,5 miliardi di euro sulle bollette.

Laddove si parla di innovazione energetica lo studio sottolinea che un’attento risparmio ed un uso attento dell’energia all’interno degli edifici consentirebbe di generare in cinque anni un volume d’affari per le imprese del settore che va ben oltre i 29 miliardi di euro.

Ottimizzare l’energia potrebbe inoltre creare 130mila nuovi posti di lavoro e soprattutto generare un risparmio in bolletta pari a 2,5 miliardi di euro.

Migliorando l’efficienza energetica nelle nostre case inoltre si limitano le emissioni in atmosfera.

Numeri alla mano si parla di un taglio delle emissioni pari a 5,4 milioni di tonnellate di CO2.

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento