Con TRIuSo gli anelli green che nascono dal recupero degli scarti

gioielli green – Glamour, accattivanti, eclettici ma soprattutto biodegradabili, riciclabili,  ed eco friendly.
I dettagli sono quelli che accomunano l’innovativa linea di gioielli made in Italy TRIuso lanciata da Sbottonando, brand di accessori ecosostenibili fondato da Michela Monaco.

Recupero degli scarti industriali

Gli anelli firmati Sbottonando nascono dal recupero degli scarti industriali della produzione di occhiali, le cui dimensioni ridotte non ne consentono il riutilizzo per la produzione di altri modelli.
Da questo materiale residuo, nascono gli anelli TRIuSo, che spaziano da colorazioni trasparenti o monocolori a quelle variegate e dai sorprendenti effetti estetici. Ne risulta un accessorio moda di alta gamma, con forme e spessori differenti, che può essere indossato singolarmente o in originali tris componibili.

Un materiale naturale al 100%

Gli anelli TRIuSo sono realizzati con un particolare acetato di cellulosa, ottenuto dalla cellulosa ricavata dalla pianta del cotone e dalle fibre del legno, che, rispetto a quello tradizionale, è composto da una maggiore percentuale di elementi ottenuti da fonti rinnovabili.
Anche il plastificante, necessario per la realizzazione di una lastra di acetato, è di origine vegetale.
Il risultato, dunque, è un materiale assolutamente naturale.

“Sbottonando è nato anni fa da un anello realizzato per gioco. Negli anni, ho realizzato migliaia di gioielli, uno ad uno, un minuzioso lavoro artigianale volto a valorizzare l’unicità di ogni pezzo, recuperando centinaia di lampo, scarti di laboratori sartoriali, bottoni inutilizzati – ha detto Michela Monaco –.

TRIuSo è una linea molto diversa dalle precedenti, ma unita dal concetto di ecosostenibilità e dal recupero di materiali che resterebbero altrimenti inutilizzati.
Tutto nasce lo scorso anno quando Legambiente mi ha chiesto di poter realizzare delle creazioni per una campagna di raccolta fondi.
Avevo bisogno di bottoni con una forma che potesse ricordare il carapace della tartaruga e chiaramente di un materiale attento all’ambiente.

La ricerca di un’azienda che potesse supportarmi nella realizzazione della mia idea e che fosse sensibile alle tematiche ambientali, ha portato alla nascita di una splendida sinergia con Essequadro, leader nella produzione di occhiali.
La straordinarietà della lavorazione consiste nel meticoloso lavoro artigianale che si cela dietro ogni anello, ognuno lucidato, spazzolato e rifinito a mano.
Uno ad uno, come unico è ogni pezzo”.

Sbottonando sponsor ufficiale di Road to green 2020

Sbottonando, da anni dedito a supportare progetti che amano l’ambiente, dal 2017 è sponsor ufficiale di Road to green 2020, associazione no profit per la promozione dell’educazione ambientale e di modelli di vita ecosostenibili, per la quale ha realizzato la spilla, divenuta il simbolo dell’associazione.

La nuova linea sarà presentata in anteprima a Roma, martedì 19 novembre 2019, dalle ore 18:00 alle ore 21:00, presso il salone di bellezza di Franco e Cristiano Russo, in via Frattina, 99, a due passi da piazza di Spagna alla presenza della testimonial della linea, Tamara D’Andria, modella e fondatrice del blog di moda e lifestyle Look Like a Model.

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento