“La ripresa vuole efficienza”: quinta conferenza nazionale per efficienza energetica

efficienza energetica – La Conferenza nazionale per l’efficienza energetica, organizzata dagli Amici della Terra nell’ambito della Campagna Efficienza Italia, giunta alla sua quinta  edizione, sarà dedicata quest’anno al ruolo dell’efficienza energetica nella ripresa economica e industriale del Paese.

L’evento si terrà a Roma nei giorni 27 e 28 novembre 2013, presso il Centro congressi di Palazzo Rospigliosi (Via XXIV Maggio, 43).

La Conferenza affronterà il tema della reale efficacia dell’intervento pubblico per il raggiungimento degli obiettivi europei del 20-20-20, confrontando i dati disponibili, (anche grazie ad interventi che faranno riferimento ai più autorevoli rapporti sull’argomento pubblicati nel corso dell’ultimo mese) e distinguendo il ruolo della crisi nell’attuale calo dei consumi dai risultati degli interventi di efficientamento energetico.

A partire da questa analisi, nelle varie sessioni della conferenza, saranno sviluppati gli approfondimenti, attraverso casi studio, posizioni e proposte, che riguarderanno i servizi avanzati all’efficienza energetica, gli usi efficienti dell’energia elettrica nel settore civile e dei trasporti e le opportunità offerte dall’efficienza energetica per rafforzare la competitività dell’industria manifatturiera energivora del nostro paese.

“In particolare con quest’ultimo tema – spiega Rosa Filippini, presidente di Amici della Terra – la Conferenza intende contribuire a superare la fase dell’ambientalismo antindustriale sviluppando proposte di policy sulle istanze dell’industria italiana nell’attuale crisi, sui problemi cronici di impatto ambientale di alcuni suoi comparti, ma anche riconoscendo i suoi primati storici rispetto al panorama internazionale che, come nel caso dell’efficienza energetica, non sono sufficientemente conosciuti e valorizzati. Gli Amici della Terra ritengono che la vera sfida di una politica ambientale avanzata non sia chiudere o delocalizzare le produzioni difficili ma renderle ambientalmente sostenibili a partire da nuovi investimenti in efficienza energetica”.

Su questo input, l’invito è stato raccolto da Confindustria sia con l’intervento di Aurelio Regina che con la partecipazione di Assocarta, Confindustria Ceramica, Federacciai, Federchimica alla tavola rotonda sul futuro dell’industria italiana.

La tradizionale esposizione di casi studio significativi è assicurata quest’anno da Wärtsila, Turboden, Buzzi Unicem, Ariston Thermo, Robur, Ecosunpower, Gewiss, Co.AER, Andil, oltre alle esperienze e alle relazioni presentate da Fire, Agesi, Tholos, Universal Sun, Aicep e dall’Airu, l’associazione per il teleriscaldamento.

Si rivela ampia la partecipazione dei produttori e distributori di energia con A2A, Enel, Eni, Edison, E.ON, GdF Suez, Repower, Assoelettrica e Federutility, interessati a presentare i propri progetti di fornitura di servizi e a discutere le ipotesi di tariffa dedicata per gli usi efficienti del vettore elettrico.

Sarà ricca e qualificata la partecipazione delle istituzioni nelle diverse sessioni con gli interventi, fra gli altri, del presidente della Commissione industria del Senato Massimo Mucchetti, del commissario Enea Giovanni Lelli, del presidente dell’Autorità per l’energia elettrica e il Gas Guido Bortoni, del sottosegretario Claudio de Vincenti e del direttore generale del Ministero dello sviluppo economico Sara Romano.

programma …

21 novembre 2013

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento