Foreste urbane per città più inclusive, sicure, resilienti e sostenibili

alberi in città – Le città occupano solo il 3% della superficie del mondo, ma ospitano circa il 60% della popolazione mondiale, che consuma il 75% delle risorse naturali. Le previsioni sulla persistenza della tendenza all’urbanizzazione rendono ancora più importante la questione della pianificazione territoriale.

E nella pianificazione gioca un ruolo importante la presenza di alberi, in grado di ridurre il rumore, proteggere le fonti d’acqua, prevenire l’erosione del suolo e ridurre i costi energetici associati agli impianti di condizionamento e riscaldamento.

Il programma ‘Tree Cities of the World’

Da questi punti di fondamentale importanza è nato il programma ‘Tree Cities of the World’ che “mira a creare una rete internazionale di città, favorendo la condivisione di conoscenze e buone pratiche per la gestione sostenibile delle foreste urbane e degli spazi verdi”.

Promosso a quattro mani da FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, e Fondazione Arbor Day il programma ha riconosciuto le prime città che si sono guadagnate il titolo di ‘Tree City’.

Si tratta di realtà fra cui spiccano capitali come Lubiana, Quito, Parigi, Yerevan e città come New York, San Francisco e Toronto, nonché un certo numero di nuclei urbani più piccoli come Bradford in Gran Bretagna, Thunder Bay in Canada, Tempe in Arizona e Mantova in Italia, in cui l’iniziativa globale è stata lanciata nel 2018.

Accanto alle prime 59 città già riconosciute, altre 100 si sono impegnate a partecipare e a soddisfare gli standard richiesti, contribuendo a migliorare la salute e il benessere delle popolazioni ed essere una fonte di piacere estetico, nonché indicatori concreti delle stagioni.

Una rete globale di leader forestali urbani

“Ci congratuliamo con le prime città della lista”, ha dichiarato Hiroto Mitsugi, vicedirettore generale della FAO responsabile del dipartimento forestale. “Insieme, i sindaci di queste città popolate da alberi formano una rete globale di leader forestali urbani che condividono gli stessi valori nel campo degli alberi urbani e delle foreste urbane. Siamo orgogliosi di concedere questo riconoscimento a queste città per la loro azione volta a rendere gli spazi abitativi più sani e più verdi“.

“Salutiamo tutte le città che hanno ricevuto il titolo di città forestali”, ha dichiarato Dan Lambe, presidente della Arbor Day Foundation. “Sono pionieri nella pianificazione e gestione delle foreste urbane. Molti di loro hanno persino superato il semplice uso degli alberi nella loro infrastruttura verde. Questo titolo è un riconoscimento della loro creatività e della sostenibilità della loro azione per creare comunità più sane”.

Oltre a promuovere la gestione efficiente delle risorse forestali urbane, il programma globale delle città forestali mira anche a creare una rete internazionale di città, destinata a facilitare la condivisione di conoscenze e buone pratiche al fine di raggiungere una gestione sostenibile delle foreste urbane e spazi verdi.

Gli obiettivi di un buon sviluppo sostenibile prevedono la creazione di città inclusive, sicure, resilienti e più sostenibili.

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento