Da Altroconsumo primo ‘manifesto green’: un impegno alla sostenibilità

consumo e sviluppo sostenibileAltroconsumo rinnova l’impegno dedicato alla sostenibilità lanciando il suo primo manifesto green.
Il documento mette nero su bianco anni di lotta per la sostenibilità ambientale, nelle battaglie a difesa dei cittadini, della correttezza del mercato, della tutela dell’ambiente.

Un impegno che l’associazione ribadisce proprio in queste settimane in cui l’emergenza coronavirus ha profondamente cambiato la percezione del rischio e ha fatto crescere la consapevolezza che i comportamenti collettivi possono contribuire a gestirlo e ridurlo.

I temi del manifesto

Il manifesto considera tutta una serie di tematiche fra cui spiccano economia circolare, spreco alimentare, mobilità, acqua potabile, energia, salute, finanza sostenibile e lotta al greenwashing (impegno ambientale di facciata), fino alla denuncia delle fake news, uno dei capitoli che da sempre contraddistingue l’impegno di Altroconsumo.

Questo documento fa parte del progetto “Approved by Tomorrow” promosso da Euroconsumers – il network di organizzazioni di consumatori di cui Altroconsumo fa parte – con l’obiettivo di migliorare le conoscenze e la consapevolezza di tutti i consumatori, affondando le radici in quello che è lo scenario attuale. Il cambiamento climatico, infatti, è una grave realtà e una transizione green è diventata necessaria e richiesta dalla maggioranza della popolazione mondiale. Oltre il 90% dei cittadini europei ritengono che esso sia un problema reale e tra questi il 79% afferma di trovarsi di fronte ad uno tra i fenomeni più gravi e preoccupanti dei giorni nostri .

La nuova etichetta “Miglior Scelta Green”

Oltre al lancio del Manifesto, Altroconsumo ha deciso di concretizzare il suo impegno e il suo ruolo di guida nelle scelte del consumatore, ideando una nuova etichetta denominata “Miglior scelta Green” che sarà assegnata – nell’ambito dei test condotti dall’Organizzazione – a quei prodotti che abbinano il massimo punteggio in impatto ambientale a una qualità globale buona o ottima.
Oltre alle etichette che individuano il prodotto “Migliore del test” e “Miglior acquisto” i consumatori avranno ora un ulteriore strumento per orientare le proprie scelte.
La prima etichetta è stata assegnata ad uno dei prodotti oggetto del test sui detergenti per il bagno che sarà pubblicato sulla rivista Altroconsumo Inchieste di aprile 2020.

Questo numero, dedicato proprio al tema della sostenibilità, – insieme alla rivista InSalute – questo mese sarà scaricabile gratuitamente dal sito www.altroconsumo.it

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento