Con MetrArt il riciclo della plastica diventa un viaggio fatto ad arte

il riciclo è arte – Roma vanta una nuova linea della metropolitana. Si tratta di una linea immaginaria, capace di condurre fuori dagli ingorghi e dagli schemi, e accompagnare l’utente “verso nuovi orizzonti della consapevolezza. Per capire che il riciclo è arte“.

La novità si chiama MetrArt – una metro fatta ad arte – e attraversa Roma grazie alla presenza di 11 nuove fermate “FermArt”, costruite grazie all’utilizzo della plastica riciclata, raccolta dai cittadini di tutta Italia e riciclata da Corepla.

Ad assemblare tappi, flaconi, bottiglie, scaglie, granuli ecc. ecc. e a pensare ad un riciclo sui generis ha pensato lo street artist Mauro Pallotta, in arte Maupal, con la collaborazione dell’artista 3K.

Dalla tomba di Nerone al Trullo

La MetrArt si snoda dalla tomba di Nerone al Trullo, attraversando fisicamente il centro città. “Ogni fermata – spiegano gli ideatori – è un’opera d’arte, una scultura che evoca il luogo scelto per la sua collocazione e guida i viaggiatori tra le infinite possibilità del mondo del riciclo degli imballaggi in plastica”

MetrArt invita concretamente ad “affrontare anche i temi più complessi con occhi nuovi, con creatività e spirito di intraprendenza”.

Salire a bordo è facile, concedendo il giusto spazio alla fantasia.
E’ sufficiente dotarsi del BIT “Basta Impegnarsi Tutti”, il biglietto distribuito per l’occasione. Basta cambiare prospettiva e, anche in una notte, i problemi possono trasformarsi in risorse.

Possiamo scegliere di scoprire il percorso della linea su Google Maps

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento