La meditazione riduce i sintomi dell’ansia e della depressione

benessere e salute La meditazione riduce i sintomi di ansia e depressione.
Lo rivela uno studio condotto su oltre 3500 individui da Madhav Goyal della Johns Hopkins University School of Medicine e pubblicato su JAMA Internal Medicine.

Una pratica di 2 mesi di meditazione per circa 30-40 minuti al giorno dà sollievo a ansia e depressione

“Molte persone ricorrono alla meditazione anche se non e’ una pratica considerata parte della medicina tradizionale – ha sottolineato Goyal -. Ma la nostra ricerca dimostra che si tratta di una vera terapia in grado di alleviare alcuni sintomi di ansia e depressione alla stregua degli antidepressivi“.

I training di meditazione sono risultati efficaci a partire dalle otto settimane di allenamento con migliorie rilevate anche a sei mesi dalle prime pause meditative.

Il team di ricerca ha esaminato in particolar modo gli effetti della “meditazione di consapevolezza”, o Mindfulness, una forma di meditazione decisamente semplice, che si basa sulla concentrazione sul respiro e sulla consapevolezza dei propri pensieri.
Si inizia concentrandosi sul proprio respiro, dopo di che, quando mente  e corpo cominciano a divagare, si focalizza per un po’ l’attenzione e si tenta di dare un nome al proprio pensiero, alla propria emozione, tentando di riconoscerla.
Poi si ritorna a concentarsi sul respiro e si continua così per diverso tempo fino a che la persona, con il tempo, non impara a mantenere costantemente l’attenzione sul respiro. Tutto ciò sembra essere molto utile anche per alleviare dolore e stress.

Per arrivare a determinate conclusioni sono stati revisionati 47 studi clinici condotti nel 2013 che coinvolgevano oltre 3.500 volontari affetti da depressione, stress, ansia, insonnia, malattie cardiache, dolori cronici e cancro.

08 gennaio 2014

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento