Hera: a Rimini la raccolta rifiuti cambia immagine

rifiuti – Cassonetti più belli e “parlanti”, perché hanno dei pannelli su cui sono ospitati consigli su come si fa la raccolta differenziata e QR code da fotografare col cellulare per collegarsi al Rifiutologo. E’ l’Operazione Decoro Urbano, un progetto di Hera e del Comune di Rimini che punta a rendere più accogliente la città, non solo in vista della stagione estiva ma tutto l’anno. Un restyling che vuole, inoltre, migliorare la qualità del servizio offerto e progettare uno spazio urbano più vivibile, comunicando direttamente col cittadino su temi chiave come quello della raccolta dei rifiuti. Dando un grande contributo a migliorare il decoro della città e ad aumentare l’attenzione alla sostenibilità, facendo anche di questi punti un fattore di attrazione turistica, per Rimini e per l’intero territorio.

L’Operazione Decoro Urbano è solo l’ultimo dei progetti innovativi già lanciati sul territorio, che hanno permesso al comune di Rimini di aggiudicarsi il primato italiano per la raccolta differenziata pro-capite (475 kg contro i 189 della media nazionale). In particolare, il nuovo look dei cassonetti targato Hera sbarca oggi per la prima volta in Romagna, dopo una sperimentazione a Ferrara nei mesi scorsi. Ed è una delle prime esperienze italiane in questo campo.

I nuovi ed eleganti contenitori saranno oltre 230 e serviranno alla raccolta di carta, plastica, indifferenziato, organico e vetro. Per carta, plastica e indifferenziato sono previsti contenitori in metallo di colore grigio antracite, che formeranno 46 isole ecologiche da collocare entro il mese di giugno nelle grandi strade di accesso e nelle principali vie di Rimini. Saranno dotati di un pannello intercambiabile, brevettato, che servirà a veicolare messaggi educativi sul corretto conferimento dei rifiuti e ad aumentare la sensibilità dei cittadini verso il benessere ambientale della città.
I bidoncini per la raccolta di rifiuto organico e vetro saranno, invece, interamente rivestiti da una pellicola con stampe stilizzate ad alto effetto visivo, che riproducono gli oggetti da conferire nei rispettivi contenitori.

I contenitori e le immagini spiegheranno come fare la raccolta differenziata in modo semplice e intuitivo utilizzando, oltre alle diverse colorazioni proprie di ciascuna raccolta, anche nuovi contenuti testuali e visivi, fra cui un QR code leggibile tramite smartphone che consente il collegamento istantaneo alla guida per raccolta differenziata. Un tocco hi-tech, che si aggiunge alla rivisitazione estetica dei nuovi cassonetti, molto più integrati nell’architettura riminese rispetto ai precedenti. E pronti ad assecondare la forte vocazione turistica della città, che anche quest’anno si rpepara a ricevere migliaia di turisti, sia italiani che stranieri.

I nuovi cassonetti sono frutto di uno studio accurato della creative community dell’agenzia Klein Russo e degli esperti ambientali di Hera, che hanno dato un importante contribuito grazie alla loro esperienza nel campo della raccolta dei rifiuti.

15 giugno 2013

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento