Lavatrice a pedali: l’esercizio fisico fa rima con risparmio energetico

risparmio energeticoSono sempre più diffuse le lavatrici a pedali, ovvero un unico elettrodomestico che consente di lavare i vestiti e mantenerci in forma allo stesso tempo. Un nuovo modello di lavatrice sostenibile, la BWM (Bike Washing Machine) permette infatti combinare esercizio fisico e risparmio energetico con l’obiettivo fondamentale di tutelare l’ambiente, e con un design moderno ed accattivante, ideale per appartamenti piccoli e spazi ridotti.

Progettata dallo studente cinese Li Huan, nella BWM i panni sporchi vengono inseriti nella ruota posteriore di questa moderna cyclette, e lasciati per almeno 20 minuti, periodo nel quale ci alleneremmo e sfrutteremo l’energia del nostro proprio corpo per far girare il cestello, proprio come fa una lavatrice tradizionale ad energia elettrica.

Se si vuole pedalare per meno tempo non è un problema, perché la BWM immagazzina energia in una batteria collocata nella ruota posteriore, e questo consente di avviare il ciclo di lavaggio in un secondo momento, magari quando diversi allenamenti consecutivi hanno generato la sufficiente energia per fare un lavaggio. Ce ne accorgeremo grazie alla presenza di un display, che indica il livello di carica della batteria e ci informa così quando è possibile fare la lavatrice senza di noi.

Inutile dire quanti benefici comporta una lavatrice a pedale: partendo da quello che potrebbe essere il meno rilevante, ovvero il risparmio di spazio attraverso la combinazione di due apparecchi in uno, passando dal risparmio di energia elettrica (e quindi di denaro) fino all’importante beneficio per l’ambiente in materia di minore utilizzo di risorse energetiche. E poi, c’è la possibilità di mantenerci in forma in maniera semplice e senza muoverci da casa.

Ricordiamo che una lavatrice tradizionale è la responsabile del 13% circa del consumo di energia elettrica in un’abitazione, e quindi l’abolizione di esso ha un impatto non minore in bolletta. Al riguardo, ricordiamo che è possibile risparmiare sulla spesa energetica annua passando al mercato libero e sottoscrivendo una tariffa energia elettrica come queste che mette a confronto il portale  SosTariffe.it

fine, la BWM è ancora un prototipo e finora è stata presentata unicamente sulla piattaforma Yanko Design, però dal team dei giovani designer cinesi della Dalian Nationalities University fanno sapere che non tarderà molto ad essere disponibile sul mercato.

18 maggio 2015

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento