Energia rinnovabile: tra investimento sicuro e rischio

energie rinnovabiliGli investimenti non sono certo materia d’interesse solo per i grandi risparmiatori, o per chi ha a disposizione un cospicuo patrimonio: al contrario, sono una grande occasione soprattutto per i piccoli risparmiatori che, investendo nel settore giusto al momento giusto, possono ottenere profitti davvero soddisfacenti. Un discorso che vale soprattutto per i settori a basso rischio, come ad esempio l’energia rinnovabile. Certo, gli investimenti sono operazioni che alle volte possono intimorire, soprattutto chi non ha dimestichezza con essi: per questo motivo, il consiglio è sempre quello di informarsi prima, magari leggendo qualche guida come ad esempio questa di Hellobank.it sugli investimenti sicuri, così da avere tutte le informazioni necessarie per iniziare in tutta sicurezza il proprio piccolo investimento.

Energia rinnovabile: tra investimento sicuro e rischio

L’energia rinnovabile è la fonte di sostentamento del futuro: su questo non c’è assolutamente alcun dubbio. I timori, invece, potrebbero arrivare quando si tratta di decidere se valga o meno la pena di investire i sudatissimi risparmi accumulati in questi mesi in questo settore. Non esiste una risposta certa, com’è ovvio che sia: ogni investimento, anche il più sicurrinnovabili - energiao, presenta una percentuale di rischio minima.

Questo è anche il caso delle energie rinnovabili: non per la bontà dell’operazione in sé, ma per le difficoltà di un paese (l’Italia) in cui non esiste ancora una legislazione chiara in materia. Soprattutto se si parla del settore degli investimenti climatici e delle energie rinnovabili sui quali l’Italia, come spesso accade, si fa notare dalla Commissione Europea più per la sua burocrazia ed i suoi ritardi che per gli aspetti positivi del territorio. Al contrario, investire in paesi europei all’avanguardia come Francia e Germania, o la Cina in Asia, potrebbe rappresentare un’operazione molto fruttuosa per i piccoli risparmiatori. Per questi motivi il consiglio è sempre quello di investire responsabilmente, e di diversificare il proprio portafoglio impegnando solo una piccola parte dei propri preziosi risparmi per volta.

Investire negli impianti fotovoltaici

L’energia pulita prodotta dal sole e catturata dai pannelli degli impianti fotovoltaici non fa bene solo al pianeta, ma anche alle nostre tasche. Non solo da un punto di vista del risparmio sulla bolletta, ma anche dal lato degli investimenti per i piccoli risparmiatori. Il settore del fotovoltaico è probabilmente l’unico che gode di una discreta salute, almeno per quanto riguarda le energie rinnovabili: a testimoniarlo una ricerca condotta da Energymore, che ha sottolineato una costante crescita dell’interesse degli investitori verso questo particolare settore, con l’Italia seconda solo a Germania e Spagna. In questo senso, investire piccole cifre nel mercato del fotovoltaico potrebbe rappresentare la soluzione più adeguata per i piccoli risparmiatori italiani, nell’attesa che cambi qualcosa a livello giuridico ed amministrativo. Solo allora, infatti, si potrà avere un quadro più chiaro della situazione degli investimenti sui progetti di energia rinnovabile.

16 febbraio 2016

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento