BioAlimenta il domani promuove alimentazione sana nelle scuole

alimentazioneNelle scuole italiane è boom di frutta e verdura coltivati senza pesticidi e con metodi biologici.

Nell’ultimo anno il numero di mense scolastiche è salito a 1.349, con un aumento del 43% negli ultimi quattro anni e una media giornaliera di 1,2 milioni di menù bio serviti.

È la fotografia del settore scattata da Biobank, la banca dati del biologico italiano, i cui numeri sono stati illustrati una ventina di giorni fa all’Expo di Milano. Ma se è vero che il biologico sta mettendo radici nella dieta dei bambini e dei ragazzi italiani, la situazione non è uguale per tutti. Sono solo tre, infatti, le regioni davvero virtuose in cui le mense bio spopolano: Lombardia (224), Veneto (192) ed Emilia Romagna (172).

Il percorso didattico-formativo BioAlimenta il domani, giunto alla 4a edizione, si rivolge a tutte le scuole secondarie di primo grado su tutto il territorio nazionale, per l’anno 2015/2016, ed ai nutrizionisti dell’associazione Nutri.prof, con l’obiettivo di promuovere una buona e sana alimentazione, ma anche per assicurare un’informazione corretta e puntuale sulla qualità e la genuinità degli alimenti bio.bambini in salute

Punto focale è la volontà di favorire l’affermarsi di una mentalità nuova volta a valorizzare un’educazione all’agricoltura biologica, difendere la biodiversità e informare sull’impatto delle colture OGM su ambiente, alimentazione e salute.

A questa edizione hanno aderito 2.000 classi, 50.000 ragazzi, 100.000 genitori e 1.000 nutrizionisti che riceveranno gratuitamente materiali didattici sulle diverse tematiche inerenti al tema del biologico.

BioAlimenta il domani, ideato e gestito da CSE Italia Srl, è organizzato con il supporto scientifico della Federazione italiana agricoltura biologica e biodinamica (Federbio) e Nutri.prof (Federazione nutrizionisti professionisti italiani), ha come main partner Isola bio e la collaborazione di NaturaSì.

BioAlimenta il domani ha anche ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, della Rappresentanza italiana presso la Commissione europea, del Progetto Scuola Expo Milano 2015 e della Città del Bio, oltre ad una lettera di encomio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed una lettera di plauso da parte del presidente della Commissione Ambiente della Camera dei deputati, Ermete Realacci.

23 ottobre 2015

Articoli che potrebbero interessarti...

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento