La Bottega dei Piccoli ricicla i regali riduce rifiuti e aiuta l’ambiente

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

riuso e riciclo – Può capitare che il vostro bambino ricevere un regalo non gradito oppure ne possieda uno perfettamente uguale. Si tratta di casi per nulla isolati ai quali si può rimediare portando i regali non utilizzati in un negozio che svolge un’attività dedicata espressamente al baratto e al riuso.
Si tratta de “La bottega dei piccoli” a Roma.

L’iniziativa permette alle famiglie con poche disponibilità economiche di disporre di beni senza denaro, contrasta la povertà minorile e migliora l’ambiente urbano in quanto la maggior parte dei giochi e dei beni utilizzati nella crescita dei bimbi una volta smaltiti sono da trattare nell’indifferenziata.

L’associazione Terra dei Piccoli Onlus, che gestisce il negozio da quasi due anni, stima che soltanto a Roma ci sono beni inutilizzati utili ai bimbi che potrebbero essere scambiati e resi disponibili per un valore di 60 milioni di euro e solo queste feste natalizie hanno generato almeno 50.000 beni nuovi da poter scambiare.

Le famiglie, sensibili ai temi ambientali e interessate ad insegnare ai propri figli a non accumulare o semplicemente convinte che molti beni possano avere una seconda vita, possono venire in Bottega, associarsi e partecipare allo scambio.

Come funziona la Bottega dei piccoli?

Per 20 euro all’anno si sottoscrive una tessera associativa che dà il diritto a scambi senza limiti. Ogni volta che si lascia qualcosa in scambio o in dono nel negozio, il suo valore viene accreditato sulla tessera magnetica in “good money”, le monete elettroniche “buone” che servono per gli scambi successivi.

Tutto quello che non entra in negozio per problemi di spazio o perché richiesto da situazioni di disagio viene regalato sempre grazie al meccanismo delle good money in modo da rendere anche delicato e rispettoso il dono a bimbi in condizione di difficoltà.

Il bilancio di questa iniziativa, in meno di due anni, dimostra il potenziale dell’iniziativa: nei primi mesi di vita della “Bottega dei piccoli” si sono associate all’iniziativa 300 famiglie, che oltre ad aver scambiato migliaia di beni tra loro hanno consentito di donare beni a 50 bambini in condizione di difficoltà economica e a 10 case famiglia. Un circuito virtuoso alimentato da persone sensibili all’ambiente e al riuso delle risorse che ha permesso a migliaia di beni in ottimo stato di essere scambiati e donati.

L’inziativa si candida a diventare la bottega di Babbo Natale e della Befana

“Cerchiamo un sostegno principalmente dal Comune per far vivere ed ampliare una iniziativa che si candida a diventare la bottega di Babbo Natale e della Befana, ma aperta tutto l’anno perché con il riuso si contrasta la povertà, ma si riduce anche lo spreco e il trattamento in discarica di beni, in una città come Roma che ha più di 30mila bambini che vivono in condizione di povertà e un enorme problema con la gestione dei rifiuti – sostiene Andrea Cippone, socio fondatore e promotore del progetto -.

In Bottega ogni giorno apriamo grazie ad una rete di volontarie e recuperiamo centinaia di cose in buono stato da chi non ne ha più bisogno come passeggini, libri, giocattoli, biciclette.. etc. e le mettiamo in “vetrina”.

E’ una iniziativa facile da realizzare se adeguatamente sostenuta e sarebbe capace di dare risposte concrete e soprattutto immediate anche di notevole valore

La bottega dei piccoli si trova a Roma, in via Montaione 44 in zona Nuovo Salario e a gennaio sarà aperta tutti i martedì e giovedì pomeriggio e il mercoledì e venerdì di mattina.

Articoli che potrebbero interessarti...

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Scritto da

Nessun Commento.

Lascia un Commento

Commento